La vecchia sirena di Josè Luis Sampedro

Siamo in Egitto, terzo secolo dopo Cristo.
Nella casa di Ahram, un ricco mercante di Alessandria, arriva una schiava comprata per la sua splendida capigliatura, ma che ben presto rivelerà doti ben più particolari.
Lei è una schiava molto speciale: ha rinunciato all'immortalità datale dalla sua divina natura, per poter vivere una vita da comune mortale.
Lei  saprà amare come nessun umano, vivendo la vita a pieno nella sua totale complessità, donandosi con la purezza di un bambino, senza compromessi. E rischiando anche la morte.
Questa particolare capacità di ammaliare gli altri nessuno se la spiega, neanche lei che solo più tardi scoprirà qual è il suo segreto.
Romanzo toccante, emozionante, romantico a volte persino erotico.
Non c'è mai un momento di noia nenche durante le descrizioni di eventi come battaglie o strategie politiche.
Sampedro riesce a mantenere vivo l'interesse e la curiosità del lettore costantemente.
Un libro che ho amato dal primo momento.
Un'esperienza da provare.

Magamagò
per Illumilibro

Commenti