Il giardino di cemento di Ian McEwan



Ho letto questo libro subito dopo "Cortesie per gli ospiti", dello stesso autore.

Sembra quasi diversa la mano....ma non mi ha deluso.
La trama dovrebbe risultare disgustosa o quanto meno perversa. Ma alla fine l'ho accettata come fosse una regola del gioco.....a cui dovevo stare per entrare nel mondo di questo autore...
E rimane uno dei libri più strani che abbia mai letto.

Ho scoperto MacEwan per caso, qualche anno fa.
Il suo stile, a tratti cupo, ha un sapore acre, forte e surreale.

Marialetizia
per Illumilibro


Commenti